Stefano Ginesi

Responsabile area progettazione e progettazione di prodotto pianificazione ed esecuzione delle attività del settore progettazione

Sovrintendi delle funzioni essenziali come la pianificazione delle attività: qual è il tuo curriculum professionale?
Durante il periodo dell’Università ho frequentato uno stage presso un’azienda. È stato lì che mi sono appassionato a questo lavoro.  L’imprenditore lo capì e mi fece la proposta di restare. Nel 1992 ho iniziato come progettista di stampi.

Una qualità fondamentale per la tua figura professionale?
L’attitudine ad imparare, ho una naturale predisposizione a farlo. E infatti dopo quella prima esperienza ho trovato un’azienda più articolata dove ho seguito molti progetti. Ed è qui che ho conosciuto Francesco e Giordano. Siamo un solido e polivalente staff, da sempre.
Nella stessa azienda ho conosciuto Aroldo. È lui che ha elevato il mio grado di conoscenza tecnologica. Ma alla base c’è un atteggiamento di ascolto e voglia d’imparare.

Aroldo è stato il tuo mentore?
Sicuramente. Gli devo molto. Lui è stato molto prodigo di consigli con me e ha cercato di darmi una visione. Mi ha permesso di affrontare in maniera professionale un cliente importante come il Gruppo Electrolux. Un banco di prova per me ed un’esperienza unica. 

Cosa ti piace del tuo lavoro?
Perseguire nuove sfide alzando sempre di più l’asticella e mettermi alla prova per risolvere problemi complessi.

Un progetto che ricordi?
Si chiama GEN2. È stata una progettazione rivolta al mercato USA dove abbiamo sintetizzato l’esperienza di altri progetti e dove abbiamo prodotto delle nuove tecnologie, sperimentando i concetti di pulizia nel design e semplicità di funzionamento.

Una frase che riassume il tuo lavoro.
Nella qualità sono importanti anche i centesimi.

Il tuo sogno nel cassetto.
Partire, magari con una barca a vela. E soprattutto avere tempo per me e la mia famiglia e per fare le cose che ci rendono felici.